In accordo con gli insegnamenti del Buddha, Thaye Dorje, Sua Santità il 17esimo Gyalwa Karmapa, ha una visione di pace; pace nel mondo, pace nelle menti delle persone. Il Karmapa ha una visione unica di che cosa significhi veramente “pace”, uno stato di completa consapevolezza.
Come realizzare tale pace? Il Karmapa insegna che per realizzare la pace, che sia pace personale, o pace nel mondo, per primo dobbiamo coltivare la nostra Ricchezza Interiore.
La nostra Ricchezza Interiore, i nostri innati valori di compassione e saggezza, sono come una banca spirituale che è sempre aperta per noi in cui investire e da cui prelevare. In un mondo materiale con molte distrazioni, è facile dimenticare le ricchezze che risiedono dentro di noi. Ci sono grandi sfide per coltivare nel ventunesimo secolo.
Per rispondere a queste sfide, il Karmapa espone tre chiare aree di attenzione per coltivare la Ricchezza Interiore, e aiutare a realizzare la pace.

1. Educazione e alfabetizzazione
Il Karmapa crea e supporta programmi di educazione e alfabetizzazione per aiutare a rimuovere gli ostacoli per la comprensione.
2. Giovinezza e apprendimento intergenerazionale
Per far crescere il livello di apprendimento e compassione nella società, il Karmapa lavora sui giovani e sull’apprendimento intergenerazionale- portando insieme i più anziani e i giovani della società.
3. Valori non-materiali
Per aiutare noi tutti connessi su un livello più profondo con noi stessi e l’ un l’altro, il Karmapa promuove i valori-non materiali. In India e intorno al mondo, iniziative del Karmapa rafforzano valori come la compassione, la non-violenza, la dignità, la saggezza, e la collettività.

Visione di pace                                                                                                                                                                                                                                                                                            
” La pace è completa consapevolezza. In questo stato di consapevolezza, noi coltiviamo e uniamo compassione e saggezza. In questo stato di consapevolezza, noi siamo vivi, vigili, ci assumiamo la responsabilità delle nostre azioni. In questo stato, non siamo guidati dalle emozioni, controlliamo le nostre emozioni e azioni. In questo stato siamo pazienti, pacifici, non giudichiamo. In questo stato, nutriamo la nostra Ricchezza Interiore- i nostri valori innati e li bilanciamo con la ricchezza esteriore (materiale) in modo di fare il bene di tuttii gli esseri senzienti. Questa è la pace”